I beneficiari del Progetto ABACUS

Il focus del Progetto ABACUS è orientato su giovani beneficiari diretti della fascia anagrafica compresa tra 17 e 20 anni, che si trovano, dunque, tra la maturità anagrafica e scolastica, e l’accesso all’università e/o ai percorsi di formazione e/o inserimento nel mondo lavorativo/professionistico, e i cui bisogni educativi e formativi sono oggi connessi in particolar modo all’arricchimento e all’innovazione dei percorsi e tirocini di alternanza Scuola-Lavoro.

ABACUS si orienta anche verso:

– i soggetti interessati dai recenti aggiornamenti normativi introdotti rispetto all’obbligo dell’istruzione fino a 16 anni e, pertanto, dai percorsi obbligatori di istruzione/formazione alternativi ai percorsi scolastici curricolari;
– altri potenziali beneficiari diretti che rientrano propriamente tra i c.d. NEET e alle loro specifiche necessità educative, formative e di crescita personale, mediante l’attivazione di percorsi da integrarsi opportunamente nelle azioni dedicate agli altri beneficiari diretti sopra indicati.

Per questi gruppi di beneficiari diretti, l’attenzione viene posta in particolare su azioni e attività orientate all’analisi e al sostegno concreto delle seguenti esigenze educative, formative, di crescita personale e professionale:

– bilancio di competenze
– auto-promozione e auto-imprenditorialità
– orientamento allo studio, alla formazione, al lavoro/professioni
– acquisizione di competenze sociali e interazionali individuali e di gruppo
– acquisizione di competenze professionalizzanti
– alfabetizzazione digitale
– sviluppo di pensiero critico rispetto alle sfide culturali e sociali attuali e all’evoluzione socio-economica dei territori di riferimento dei beneficiari
– riformulazione concettuale delle identità individuali e comunitarie rispetto ai fenomeni “globalizzanti” attuali.

Il numero previsto di soggetti da coinvolgere complessivamente nel Progetto ABACUS è di 250 beneficiari diretti, da selezionare all’interno della popolazione studentesca dei due Istituti scolastici partners del progetto e degli altri Istituti scolastici territoriali che avranno manifestato interesse a sostenere e partecipare la presente proposta progettuale, secondo una opportuna rappresentatività di ciascuna istituzione scolastica territoriale aderente al progetto.

Si prevede, inoltre, il coinvolgimento di beneficiari indiretti e soggetti coinvolti in percorsi di formazione professionale, oltreché di NEET, per un numero di almeno altri 250 giovani, tutti da selezionarsi in base ad apposite calls pubbliche che verranno aperte e promosse nell’ambito dei contesti territoriali e socio-culturali dei diversi Comuni interessati dalla realizzazione della presente proposta progettuale.

Gran parte dei percorsi e processi che si renderanno necessari per la migliore realizzazione della presente proposta progettuale, quali, tra l’altro, le attività organizzative della “cabina di regia”, l’ideazione del “format itinerante”, così come la progettazione e l’implementazione della piattaforma web socializzante e collaborativa, dovranno rappresentare per tutti i beneficiari altrettanti percorsi di concreta partecipazione e cooperazione con il partenariato di progetto, e, dunque, dovranno costituire esperienze abilitanti e professionalizzanti per tutti i giovani coinvolti.